mercoledì 28 settembre 2016

Il bracciale della sorellanza

Spirale rossa
come cavità femminile Come sangue sacro Che scorre a fecondare la terra un filo che unisce le donne La loro femminilità Infinite perline Infinite donne Sorelle Il movimento eterno Che dà la vita Tu, sorella Con il tuo bracciale, che é anche il mio.
C.R.

giovedì 22 settembre 2016

Equinox - Mabon


Equinozio o Equinox significa "notte uguale" ed è il secondo momento dell'anno in cui il giorno e la notte sono perfettamente in equilibrio. L'equinozio d'autunno è conosciuto come Mabon, il giovane Dio della vegetazione e del raccolto, è il figlio di Modron, un altro nome della Dea Madre, o anche Alban Elfed, dal gaelico e cioè luce dell'acqua, acqua intesa come oceano cosmico in cui il Sole si immergerà gradualmente a partire da questo giorno. L'equinozio è sicuramente un momento di grande equilibrio ma anche di cambiamento. L'arco tracciato dal Sole nel cielo si sposta sistematicamente sempre più a sud e le tenebre cominciano a prevalere sulla luce.

martedì 20 settembre 2016

Ligeia...


Appena fuori dal piccolo paese, dove il bosco riprendeva possesso del suo spazio, una stretta stradina di ghiaia si allungava tortuosa tra la vegetazione selvatica, in modo da non mostrarne la fine.
Nessun cartello indicava la direzione o la proprietà e curiosamente, nessun passante guardava due volte per indagare su quella zona.
Ma un giorno cupo, con il cielo gonfio di pioggia, vide per la prima volta un segno di vita.
Un'auto bianca con la scritta gialla “Taxi” arrivò piano sulla strada principale e dopo una breve sosta, svoltò nella stradina misteriosa.

Questa si snodava tra la fitta vegetazione, così compatta da non permettere all'occhio umano di scorgere alcunché nelle sue profondità. Un verde intenso e rigoglioso, frutto delle frequenti piogge e dell'incuria del proprietario del luogo.
Perchè vi era un proprietario di quei boschi.
E oltre ai boschi, vi era anche la sua dimora.
Il taxi proseguì lentamente a causa del cattivo stato della strada, ma dopo pochi minuti di viaggio in quel che sembrava il nulla, inaspettatamente dopo l'ultima curva, la vegetazione si apriva in un'ampia radura. Alla fine della stessa, una enorme e grigia casa, sembrava attendere una scintilla di vita che mai aveva posseduto.
Un triste laghetto ne rispecchiava l'immagine duplicando così l'inquietudine che la grande dimora suscitava.
Alcuni ricurvi salici bagnavano i loro piedi nelle immobili acque e acquistavano anch'essi un colore grigio indefinibile.
Forse la giornata di pioggia contribuiva alla spiacevole sensazione, ma sembrava che quel luogo non avesse mai visto un raggio di sole o giorni più lieti.
La grande dimora grigia, con le finestre simili a ciechi occhi bui, attendeva un ospite speciale, una persona che apparteneva alla casa e ancora non lo sapeva.


Continua...



domenica 18 settembre 2016

Il male oscuro


L'arrivo della mia stagione preferita, l'autunno, porta molte cose: giornate più fresche, sere più buie, la Natura che muta in caldi colori brillanti. Ma anche la necessità di ritirarsi in sè stessi, un rinchiudersi in casa e nella propria interiorità. Finite le pazze notti all'aperto, amori sull'erba nelle notti di luna, bevute e chiacchiere con gli amici fino a tarda sera. 
Si rientra: al lavoro, a scuola. A coltivare noi stessi. Ma non è indolore il passaggio. 
C'è chi come me, nonostante ami questa stagione più di tutte (caccia a parte) si "ammala". Senza rendersene conto, senza preavvisi. Ci si ritrova colmi di tristezza inspiegabile, di sconforto. Di insofferenza verso gli altri, a volte. una sorta di buio profondo che ci fa scivolare sì dentro noi stessi, ma lontano dagli altri e che non ci fa vedere nessuna via d'uscita. Un pozzo oscuro da cui non sai come uscire.
"Eppure stai bene, no?"
"Non hai nessun malanno fisico!"
"Hai tutto dalla vita! Che vuoi di più?"
"Pensa a chi sta peggio!"
Tutte frasi più che ricorrenti. Che io stessa ammetto di aver detto. Ma che lasciano il tempo che trovano, quando non fanno peggio.
E' difficile spiegare e trovare un perchè a questo sconforto. L'unica speranza è trovare un appiglio, uno scopo che ci convinca che ancora qualcosa è possibile, che qualcosa di buono possiamo fare, che la forza e la voglia per farle la dobbiamo tirare fuori, che troveremo risposta alle nostre domande.
E, cosa più importante, avere qualcuno vicino, che non ci abbandona, che non perde la pazienza e sopporta. Perchè a stare male da soli, a quello no, non si sopravvive.




http://www.huffingtonpost.it/2015/07/08/23-foto-depressione-arte_n_7751322.html

martedì 13 settembre 2016

Il simbolo cosmico dell’Yggdrasil


L’antico sciamanesimo druidico esprimeva il viaggio dello Sciamano attraverso i mondi dell’esistenza a mezzo del simbolismo dell’Yggdrasil, l’Albero cosmico della Vita. Nel suo simbolismo, molto articolato, ci sono tutti gli ambiti e gli insegnamenti segreti del “viaggio sciamanico”.
Per l’antico sciamanesimo druidico l'Yggdrasil rappresentava il cammino evolutivo dell’individuo com’era contemplato dalla mistica spirituale della mitologia druidica e costituiva un importante simbolo con cui definire l'operatività e le proprietà interiori dello Sciamano.
L'Yggdrasil, nella cosmologia druidica, era inteso come un albero cosmico che si sviluppava tra i mondi dello Shan partendo con le sue radici dal “Mondo inferiore”, attraversando il “Mondo di mezzo” per raggiungere il “Mondo superiore”, interpretando simbolicamente il processo evolutivo insito nella Natura.
L’Yggdrasil, nelle tradizioni nordiche dell’Europa, era l’albero cosmico ai cui rami si appese Odino, lo sciamano per eccellenza, per conquistare la conoscenza manifestata dalle “rune”, e quindi la conoscenza segreta delle lamine dei Tarocchi.

L’albero era visto dominare su tutto l’universo. Le sue fronde e le sue radici si estendevano attraverso i mondi che costituiscono la cosmologia druidica dell’esistenza in cui vivono gli uomini e gli Dei. 

sabato 10 settembre 2016

Lotus Birth - La nascita dolce

In Italia se ne parla molto poco per ora, ma che cos'è la Lotus Birth?
"Il nome deriva da Clair Lotus Day, infermiera californiana, che riteneva di avere la particolare dote di vedere un’aura attorno alle persone. Essa affermava che l’aura di chi non aveva ancora subito il taglio del cordone fosse più vibrante e integra: al momento della nascita di suo figlio chiese di non recidere il cordone, inaugurando così questa pratica. Era il 1974."

lunedì 5 settembre 2016

Un parto in Tenda Rossa - Emozioni


Ad una settimana dal parto chiedo ai neogenitori Alessia e Antonino (operatori olistici e sciamani - vedi post sulla Nascita come rito di passaggio) le loro sensazioni, il loro sentire riguardo questa loro esperienza unica e irripetibile.
Mamma Alessia ci racconta: "Ho vissuto una gravidanza molto serena, tranquilla. Ho sempre fatto ciò che facevo prima,anzi ho avuto esperienze nuove e la gravidanza mi ha fatto vivere ancora con più magia. 
Cerco sempre, grazie al lavoro che ho fatto su di me di affidarmi alla vita e vivere nella gioia e nell'amore ogni giorno.

domenica 4 settembre 2016

La nascita come rito di passaggio sciamanico

Lo sciamanesimo, o sciamanismo, è la prima pratica spirituale dell'umanità e risale a decine di migliaia di anni fa, ed è essenzialmente un'antica forma di meditazione. Lo sciamano "colui che vede al buio" o "colui che conosce" possiede la capacità di entrare facilmente in uno stato di trance per viaggiare nel "mondo delle cose nascoste" in modo da guarire sè stesso e le persone che necessitano di aiuto. Restituire forza, eliminare blocchi spirituali manifesti sotto forma di malattia. Ricostruire l'anima danneggiata con il recupero. Gli sciamani sono donne e uomini medicina che celebrano le festività e i riti di passaggio della nostra vita.
E quando il passaggio è quello più grande? Il primo e il più festeggiato?

giovedì 1 settembre 2016

La Luna Nuova e la Strega




Oggi 1° settembre 2016, Luna nuova nel segno della Vergine, con eclissi di Sole in alcune parti del mondo.
Nell'aria accenna l'autunno, con le mattine più frizzanti e le sere più corte e fresche.
La Luna nuova segna nuovi inizi e questa in particolare sembra spronare alla realizzazione dei nostri progetti. Sembra dire - Và! Osa! E' il momento giusto! Fai ciò in cui credi e che ami. Buttati!-
La Luna, il nostro magico satellite, regola le maree e i flussi delle donne, la crescita delle piante e molte altre cose, oltre al nostro sentire per chi è particolarmente sensibile.