lunedì 25 febbraio 2013

Mont Saint-Michel, il santuario druidico della luce

"Monte magico e sacro per eccellenza, Mont Saint Michel è luogo di culto che cela segreti inaccessibili e correnti telluriche sorprendenti. Eretto su pietre megalitiche, antico santuario druidico in onore al Dio Belenos, ospita un edificio sacro dedicato all'arcangelo Michele.
Interessante notare che esiste un allineamento con i luoghi dedicati a san Michele, infatti se si considera il sorgere del Sole all'equinozio si può tracciare una linea che passa con precisione in sei luoghi legati al san Michele- Belenos e passa vicino al settimo.
Così nel giorno magico di Beltane, festa del fuoco di Bel, ricorrenza druidico-solare, il Sole nel suo sorgere tocca questi punti sacri e li inonda con la sua luce rigeneratrice.
Luogo magico permeato da strane energie, carico di forza, che il cistianesimo non è riuscito a rendere immune da quella potenza sacrale che i druidi hanno conferito all'ambiente.
Mont Saint Michel collegato alla terraferma per mezzo di una strada, soggetta all'alzarsi e abbassarsi delle maree, è ben visibile anche a chilometri di distanza.
Lo scoglio su cui sorge era già noto per la probabile presenza di una necropoli celtica il cui ricordo era sopravvissuto nella tradizione popolare, ma era prima di tutto un centro culturale druidico, dedicato al culto del Sole, si sovrappose poi il culto di Saint Michel."

Tratto da "I misteri dei celti" di Stefano Mayorca